In bicicletta, oltre a Van Springel: sono arrivato in Lombardia, sono stato 2° al Mondiale di Adorni


Il belga, 75 anni, ha deciso di fare una lunga malattia. Il suo nome è rimasto legato per sempre ai 7 successi nella Bordeaux-Parigi, la classica più dura

L’ex ciclista belga Herman Van Springel, annotato di essere tornato alla classica Bordeaux-Parigi, era morto all’età di 79 anni dopo una lunga malattia. Campione belga nel 1971, Van Springel vinse il Tour de France nel 1968. Nell’ultimo giorno della sua carriera indossò la Maglia Gialla, ma fu battuto dall’olandese Jan Janssen per 38 secondi. “La più grande delusione della mia carriera”, ha detto. Assieme al 2° posto al Mondiale di Imola 1968, battuto solo da Vittorio Adorni. Quella del Tour è ormai lontana dalla storia della prima a causa della classifica della Grande Boucle terminata nel 1989, quando Greg LeMond ha sostituito Laurent Fignon per la seconda volta sugli Champs-Elysées.

vettore

Il belga ha vinto sette volte nel 1970 e nel 1981, un record, la Bordeaux-Parigi, la classica più lunga e dura del calendario con distanze che variano tra 580 e 620 chilometri e più di 13 ore in bicicletta in parte dietro al derny (una bici leggera). Van Springel venne anche al Giro di Lombardia (1968), alla Gand-Wevelgem (1966) e alla Parigi-Tours (1979), vi racconto cosa potrei fare con la prestigiosa Parigi-Roubaix, la Liegi-Bastogne-Liegi e la Milano-Sanremo. Ha anche vinto cinque tappe del Tour de France. Il corridore che fu compagno di squadra di Eddy Merckx per due stagioni, con Molteni nel 1971 e 1972, che utilizzò la sua carriera, iniziò nel 1965, alla fine della stagione 1981, anno del suo ultimo successo a Bordeaux-Parigi, all’età di 37 anni



Source link

Add Comment