Rugby, il mercato e come sono cambiati Benetton Treviso e Zebre – OA Sport


Finiti gli impegni internazionali e le meritate vacanze, Benetton Treviso e Zebre Parma sono tornati in campo per preparasi al meglio per la nuova estagione. E salvo colpi di coda una sorpresa le rose delle due franchigie italiane nell’United Rugby Championship sono ormai definitive, con conferma, addii e nuovi arrivi. Ecco come sono cambiate le due squadre azzurre.

Siamo usciti di casa Benetton Treviso e dagli addii. Hanno salutato i biancoverdi al termine della tappa 12 giocatori, nel dettaglio Tomas Baravalle, Tommy Bell, Tommaso Benvenuti, Callum Braley, Joey Caputo, Hame Faiva, Yaree Fantini, Irné Herbst, Luca Petrozzi, Luca Sperandio, Andries Coetzee e Luca Morisi. Nonostante, per esperienza e qualità, soprattutto i saluti di Benvenuti, Baravalle, Faiva, Herbst e Morisi. Ma chi li sostituisci?

In Si accomodi Sono l’ala figiana Onisi Ratave, Marco Zanon, reduce dalla breve esperienza in Francia, il trequarti inglese Marcus Watson, il fratello della nazionale Anthony Watson, la terza linea neozelandese Henry Stowers, la seconda linea, sempre neozelandese, Scott Scrafton , e il medium di mischia scozzese Sam Hidalgo-Clyne. Rimane lo sconosciuto Monty Ioane, con il forte ancoraggio in Australia e che, al momento, non ha intenzione di tornare a Treviso.

a casa zebrainvece, gli addii Hanno riguardato diversi giocatori, soprattutto stranieri, per la precisione Potu Junior Leavasa, Junior Laloifi, Liam Mitchell, Marcello Violi, Guglielmo Palazzani, Danilo Fischetti, Renato Giammarioli, Timothy O’Malley, Eduardo Bello, Giulio Bisegni, Massimi Ceciliani, Gabriele Di Giulio , Oliviero Fabiani, Andrea Lovotti, Maxime Mbandà, Jimmy Tuivaiti, Asaeli Tuivuaka e le quattro Fiamme Oro Carlo Canna, Michelangelo Biondelli, Giovanni D’Onofrio e Cristian Stoian. Tante, ma, le novità in entrata.

me nuovo nome Sono soprattutto italiani e giovanissimi, come l’alto Giampietro Ribaldi, il pilone Juan Pitinari, l’azzurra Simone Gesi, il terzo filone Guido Volpi, la figura d’arte Franco Smith jr., il secondo filone di Narbonne Dennis Visser, il centro Damiano Mazza , rugby a sette medi e azzurro Ratko Jelic, Bath tallman Jacques du Toit, piloni Alessio Sanavia e Muhamed Hasa, centro Matteo Moscardi, difensore sudafricano MJ Pelser, ultima difensore Davide Ruggeri, sudafricano Jan Wow, Pumas medi Gonzalo Garcia e l’inglese Tiff Eden, il nuovo arrivato del Treviso Joey Caputo, l’esterno dei Bulls Richard Kriel e, infine, l’ex Leicester Tigers Jacobus Van Wyk.

Foto: Alessio Tarpini – LPS



Source link

Add Comment