“Se Sinner batte Ivashka nessun Paese avrà più tennisti nei quarti dell’Italia”


La polacca Iga Swiatek non è stata delle migliori nel match contro Aryna Sabalenka, ma adesso ha imparato anche a vincere le partite brutte, che vincono i campioni. Il numero 1 infatti ha superato la bielorussa a rimonta, 3-6 6-1 6-4, centrando la seconda semifinale Slam dell’anno dopo quella vinta al Roland Garros. Sabato dimostrerà di fare il bis contro Ons Jabeur, e devierà la campionessa a Flushing Meadows per la prima volta.

LEZIONI DI JABEUR: “In campo mi sentivo di poter fare tutto quello che voglio

IL MODERATORE: Tre set difficili. Dovuta pregare e 11 minuti. Parlaci della tua prestazione stasera.
SWIATEK IGA: Bene, sono sicuro di sentire un’enorme differenza tra il primo set e l’ultimo dovuto. Sono abbastanza felice di aver aumentato un po’ di più la mia vita. Aryna mi ha reso le cose difficili oggi, di sicuro. Era evidente che che stesse servendo in maniera solida. È difficile andare al terzo, ma sono abbastanza contento di vederlo fatto.

D. Hai trascorso parecchio tempo oggi, sia a bordo campo che in campo a volte, con gli occhi chiusi tra un punto e l’altro. La mia domandavo cosa fa in quei momenti. Cosa succede nella tua testa? Stai visualizzando delle cose?
SWIATEK IGA: Sinceramente, non così se fosse più tempo del solito, ma forse sì. Di sicuro oggi sapevo che dovevo essere brava ad anticipare y essere pronto per il servizio e con una reazione rapida. Da un punto all’altro, sono vicino a visualizzare il farsi. Inoltre, cerco di ricordarmi tre cucire fondamentalmente la sua cura dovrebbe concentrare mio cugino del punto. Non così, onestamente, sono i miei occhi erano chiusi o meno, ma io ho try to fare le stesse cose come in qualsiasi altra partita.

D. Quando provo a cambiare appportare durante la partita, come ho fatto stasera dopo il primo set, penserai a come cambierò, cucirò, per arrivare lontano e cucirò per il meglio; Spierò un po’, come funziona questo processo mentale per te? Inoltre, è quel qualcosa in cui pensi di essere molto brava a sfruttare?
SWIATEK IGA: Dì sicuro. Questo è fondamentalmente il motivo per cui sono tornata in alto la scorsa estagione. Prima mi sentivo come mie emozioni stessero prendendo il sopravvento ed ero un po’ in preda al panico quando stavo perdendo. Dì sicuro sono cresciuto, ho imparato molto. In questo momento è solo più facile per me pensare logicamente a cosa posso cambiare. E ritengo di avere più abilità anziché un solo di modo di giocare. Quindi sono abbastanza halice che sia cambiato perché pensavo che sia così fondamentalmente fare la cosa più importante a livello più alto.

LEZIONI DI JABEUR: “In campo mi sentivo di poter fare tutto quello che voglio

D. Non c’è giocato con Ons Jabeur troppe volte da poterla considerare una rivalità, ma è una rivalità nascente. Come l’hai descritto? Che tipo di sfida è affronare Ons per te inside e fuori dal campo?
SWIATEK IGA: Beh, sono abbastanza sicura di essere una solida Giocatrice Per il finale di Wimbledon lei non ha imprigionato punti per quella. Ma dimostra quanti progressi ha fatto. C’è uno stile diverso di gioco rispetto alla maggior parte delle giocatrici; c’è un ottimo tocco. Tutte queste cose insieme la roundo un’avversaria brindisi. Ecco perché probabilmente le nostre partite sono sempre un po’ dur e molto tese, also se i punteggi possono essere… Non so quale fosse il punteggio a Roma [6-2 6-2], ma me ricordo mangia una partita davvero serrata comunque, perché c’erano molti vantaggi, credo. Merita piemente di esserlo in finale. Penso che sarà una grande battaglia.

D. Il mio sogno è stato durante tutti gli anni durante questo torneo, la tua fiducia livello in te stesso è aumentata rispetto all’inizio di stagione?
SWIATEK IGA: Questa è davvero un’ottima dominazione. Sento che il mio lifello di fiducia dovrebbe essere seriamente più alto. Ma, sì, io sono quel tipo di persona che non è sicura dell’ancora dell’essere stessa (sorride). Ho pensato che avrei avuto una sicura fiducia sulla sua terra battuta, e forse anche sull’altra sua superficie. Qui cerco solo di vedere il fatto che a volte io possa non fidarmi di me stessa, e ho ancora bisogno di farlo, di met alla prova in un paio di match magari contra delle battitrici per come andrà. Forse sono il tipo di persona che non si fiderà mai di sé stessa. Non il mio interesse, in realtà. Non è che sia qualcosa di negativo per me. Di sicuro, avere dubbi non è bello, ma lo trovo anche piuttosto motivante in realtà, cerco di migliorare e cerco di provare certi colpi ad avvicinarmi il più possibile alla fiducia che serve.

D. Come ti sei sentito, allora, che avresti vinto una finale importante in un torneo in cui forse non fidavi di te stessa più de tanto, e non sei necessariamente entra nel torneo con il fondo fiduciario che avevi avuto all’inzio della stagione?
SWIATEK IGA: Sento che lavoro che ho fatto ripaga. Inoltre, le persone sono state inviate a Toronto e Cincinnati per essere prontamente disponibili, ma abbiamo anche avuto la possibilità e sarei stato pronto durante quel periodo per goderne efficacemente e non trattarmi. Sono abbastanza felice che in questo torneo sono un po’ mentalmente fresco per godermi davvero questa possibilità. Sono stato abbastanza felice di riuscire a sforzarmi di non sentirmi perfettamente al 100% all’inizio del torneo, ma al livello di migliorare sempre più e di mettere in un solido davvero gioco. Come sulla terra, sai, semplicemente perfetta. Ma per me in realtà vincere quando non sono al top, è la cosa più grande, la sensazione più grande. La soddisfazione è grande offerta, sì.

D. Molti dei campioni del passato spesso hanno fatto grandi rimonte quando era in svantaggio nelle partite dei grandi tornei. Nei tuoi partite primi due slam, così hai hai avuto molte difficili ma… Mi chiedo quanto è importante so che quando sei sotto 4-2 come oggi, puoi tornare in partita e avanti?
SWIATEK IGA: Si Molto. È successo anche dopo il quarto giro, la cosa ti dà un po’ di quella fiducia di cui stavamo chiacchierando che mi permetti di gestire qualsiasi situazione che trovi ad affronare. Forse poi alcuni confideranno nel fatto che la prassima volta tu saprai quale soluzione adottare. È la miglior esperienza che puoi avere per le partite partite, di sicuro.





Source link

Add Comment