Pallavolo, riscatto azzurro: l’Italia saluta Cuneo battendo il Giappone


Presto riscatto por la Nazionale Maschile di pallavolo che ieri sarà battuto il Giappone con il punteggio di 3-1 (25-20, 23-25, 25-16, 25-20) nell’ultimo impegno cuneese prima della partenza per la rassegna iridata Gara ben giocata da Giannelli e compagni che questa sera sono stati ingrado di esprimersi molto meglio rispetto a due giorni fa mostrando un crescente stato di forma e migliori meccanismi nello sviluppo del gioco.

Giorgi per il suo secondo impegno nel torneo pre-mondiali ha cambiato chiunque fosse contro gli Stati Uniti schieranndo Giannelli in palleggio, Pinali opposto, Lavia e Michieletto schiacciatori, Galassi e Anzani centrali e Balaso libero.

Il Giappone è sceso in campo con Sekita palleggiatore, Nishida opposto centrali, Otsuka e Takahashi Ran schiacciatori, Murayama e Yamauchi libero. Nel primo set ei ragazzi di De Giorgi non hanno conosciuto una fase difficile che ha costretto a dover recuperare una parte di -5 (12-7); all’epoca ero stati bravi nel rimarere lucidi che circondava una manovra di gioco sempre più in modo fluido e progressivo, dopo aver raggiunto la parità, hanno gesticolava bene la situazione sul 25-20 dopo un primo set fallito che li ha portati sull ‘1 -0. Nella prima frazione buone percentuali in ricezione (79% positivo) e in attacco (56%).

Secondo set durante il quale si semina lo schema ripetersi con i giapponesi in anticipo e successivamente sul 16-16. Proprio in quel momento però gli uomini di Blain non hanno preso il comando delle operazioni; sul 18-16 in loro favore, Russo ha sostituito Galassi e Romanò Pinali. Sotto di quattro lunghezze (24-20) Giannelli e compagni hanno però annullato tre palle set agli avversari portandosi sul 24-23, ma proprio sul più bello un’azione offensive gestita in maniera non proprio egregia ha annullato le speranze azzurre permettendo agli asiatici di portarsi sul 25-23, risulta che, naturalmente, ha decretato parità.

Terzo set iniziato con Romanò e Russo ancora in campo e azzurri apparsi subito vogliosi di riscatto; Giannelli e compagni sono costantemente in controllo e con un buon attacco (68% in attacco) anche dal centro non avevano finito portarsi sul 2-1 grazie al 25-16 dopo aver fallito un primo set palla. Nella frazione molto bene ache a pared (7).

All’inizio del quarto set, Giorgi ha accordato un minuto in campo a Scanferla al palo di Balaso, mail leitmotiv della gara non è scambio con l’Italia costantemente in anticipo e con il CT che è stato inserito da Recine per Michieletto e Mosca per Russo. Alla fine gli azzurri hanno continuato a giocare un buon pallavolo finendo per import sul 25-20 chiudendo quindi a favore il match.

ITALIA-GIAPONE 3-1 (25-20, 23-25, 25-16, 25-20)

ITALIA: Lavia 20, Galassi 3, Giannelli 3, Michieletto 15, Anzani 9, Pinali 5, Balaso (L). Sbertoli 1, Russo 10, Scanferla (L), Romanò 11, Recine 1, Mosca. Nordest. Bottolo, Piccinelli (a sinistra). Tutto. Di Giorgi

GIAPPONE: Ran 8, Yamauchi 7, Nishida 21, Otsuka 9, Murayama 8, Sekita 2, Yamamoto (L). Miyaura 2, Takanaschi K., Oya, Ogawa (a sinistra), Onodera, Ishikawa 1, Sato. Nordest. Higuchi. Tutto. Blaine

Arbitri: Venturi, Passion

Durata impostata: 27′, 31′, 22′, 24′

Spettatore: 2800

Italia: a 5 b 17 mv 12 e 22

Giappone: a 3 bs 10 mv 4 et 20

cs





Source link

Add Comment