F1: Verstappen vola in Belgio, ma la pole è di Sainz – F1


La penalità ridisegnano la griglia di partenza del Gran Premio del Belgio di Formula 1, in programma domani pomeriggio sul circuito di Spa-Francorchamps. Vero è che Max erstappen ha fatto register el miglior tempo nelle qualifiche e, se non dovere oggi scontare una penalita, parteebbe dalla pole position, perché il suo 1’43″665 è straordinario, ma in realtà il champion del mundo in carica di Formula 1 rinuncerà allo scettro del poleman alla rivale Ferrari: non quella di Leclerc, bensì la ‘rossa’ guidata dallo spagnolo Carlos Sainz che ha fatto fermare i cronometri sull’ottimo tempo di 1’44″297. Sarà lui, dunque, da davanti a tutti gli altri. Alle spalle allo inglesia l’altra Red Bull del Casabellare Sergio Perez (1’44″462). Leclerc, che ha fatto registrare il quarto millennio della giornata, scatterà dalla 16/a posizione, subito dopo l’olandese flyer, sempre causa della penalità In seconda fila scalano, intanto, Fernando Alonso, 6° tempo, e la Mercedes di Lewis Hamilton, 7° nell’ultima qualifica.

Partirà da Salita, dunque, il GP del Belgio di Verstappen e Leclerc, chiamati dopo ad inseguire fin il via e presso gli altri punti. In particolare, il ferrarista, nell’ultimo apppuntamento prima di Monza, deve ottenere un prestigioso risultato che rilanci la ‘rossa’ di Maranello e trasformi l’autodromo della città brianzola nel ‘Carnevale di Rio de Janeiro’. festa garantita? Forse. Grande prestazione del thailandese Alexander Albon con la Williams, che ha stromesso dalla Q2 Daniel Ricciardo; che la scorsa settimana aveva annunciato l’aggiunta alla McLaren e dove era atteso regala una prestazione di alto profilo. Il britannico Norris, anche lui con la sua McLaren, lo ha battuto per un round in questa quattordicesima stagione di qualificazione nel 2022. Dodicesimo posto del francese Pierre Gasly (AlphaTauri), secondo Zhou 13°, Lance Stroll 14° e Mick Schumacher 15°. E’ finito fuori dalla Q1 il pluridecorato tedesco Sebastian Vettel, ormai vicino al canto del cigno. Le sue parole (“voglio godermi al meglio le ultime gare della mia carriera”) non hanno trovato è seguito da una performance degna. Pure Stroll ha fatto meglio. Vero è che il finlandese Valtteri Bottas si è qualificato per il belga, rimasto all’ultimo posto: negli ultimi 7 anni non veniva alla fase eliminatoria della Q1. Era il 2015 e il Gran Premio era quello di Montecarlo

RIPRODUZIONE PRENOTAZIONE © Copyright ANSA